IL MUSEO DEL PRECINEMA DI PADOVA COLLABORA AL GRANDE PROGETTO ESPOSITIVO DI RAVENNA PER IL 7°CENTENARIO DI DANTE

Il Museo del PRECINEMA-Collezione Minici Zotti è lieto di annunciare il prossimo importante prestito, che porterà a Ravenna, presso il MAR – Museo d’Arte di questa città, una Lanterna Magica e 15 vetrini da proiezione della serie “La Divina Commedia illustrata da Gustave Dorè”, originali della fine dell’800. La mostra intitolata “Dante. Gli occhi e la mente. Un’epopea pop”, a cura di Giuseppe Antonelli, si svolgerà dal 25 settembre 2021 al 9 gennaio 2022 e chiuderà l’anno delle celebrazioni dantesche, illustrando la fortuna popolare della figura di Dante Alighieri attraverso diversi secoli, generi espressivi e tecnologie. Un racconto che presenterà testimonianze letterarie, grafiche e artistiche, fotografiche e cinematografiche, musicali e commerciali legate al Sommo Poeta, con centinaia di oggetti espositivi, dai manoscritti del Trecento fino agli articoli di merchandising.

Al nostro museo è stato assegnato il compito di raccontare uno dei mezzi di comunicazione e d’intrattenimento più popolari dell’800, la Lanterna Magica, strumento ottico che consentiva la proiezione di immagini, all’epoca tecnologia molto avveniristica, dalla cui evoluzione è nato il Cinema. Le immagini evocate dai versi della Commedia, prendevano forma, generate dalla luce della lanterna, come in un sogno, creando un’immersione non solo mentale, ma anche fisica, nel mondo fortemente visivo creato dalle parole del Poeta. Il pittore francese Gustave Dorè, è tra gli artisti che più hanno saputo cogliere quest’aspetto dell’opera di Dante, e nel 1861 ha realizzato alcune tra le più celebri e intense illustrazioni della Divina Commedia.

I produttori di vetrini per Lanterna Magica erano consapevoli dell’incanto che queste visioni avrebbero provocato se proiettate in una sala buia, durante la lettura, magari con l’accompagnamento di un pianoforte, o una piccola orchestra, come si usava negli spettacoli dei lanternisti. I vetrini sarebbero inoltre stati utilissimi nelle scuole, nei circoli culturali e in qualsiasi luogo d’istruzione, per consentire una visione collettiva delle immagini, in un’epoca nella quale i libri illustrati erano oggetti rari e ancora molto costosi.

Nella nostra collezione sono custoditi 74 di questi vetri, di produzione italiana e francese, che abbiamo recentemente esposto in Museo, nella mostra-omaggio dedicata all’Anniversario, insieme alla rara stampa anastatica di un eccezionale manoscritto micro-calligrafico in unico foglio della Divina Commedia, realizzato da Francesco Cossovel nel 1888. In occasione della mostra, i vetrini sono stati digitalizzati ed è ora possibile ammirarli in alcuni video visibili sul sito del museo (https://www.minicizotti.it/2021/03/25/omaggio-a-dante-iniziativa-per-le-celebrazioni-nazionali-dei-700-anni-dalla-morte-video).

Considerando il grande interesse e la rarità di questi vetrini, il MAR  ha richiesto in prestito al Museo del Precinema, una selezione di queste opere ottocentesche, insieme a una Lanterna Magica in mogano, di produzione inglese, della stessa epoca, per testimoniare un aspetto poco conosciuto ma molto affascinante della cultura visuale del passato.

Vetrino da proiezione, litografia colorata a mano, 8,2×8,2 cm, 1890 ca., Inghilterra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.